logo-standard logo-retina
London
  • Uganda (Elephant Embryo)

Peter Beard (americano, nato nel 1938) è un fotografo e scrittore noto per le sue opere di collage e ampi diari. Mentre si muoveva tra Long Island, New York City e l’Alabama durante la sua infanzia, Beard iniziò l’abitudine di tenere diari che in seguito divennero il materiale di partenza per molte delle sue opere di collage. Beard documentò i suoi viaggi e fotografie nei suoi diari dall’età di 12 anni, poco prima del suo primo viaggio in Africa nel 1955. Nel 1957, Beard fece domanda come studente pre-medico a Yale prima di passare alla storia dell’arte, studiando sotto l’influente storico dell’arte e il pittore Joseph Albers. Dopo la laurea, Beard è tornato in Kenya, dove ha acquisito la sua casa acquisendo “Hog Ranch”, la proprietà adiacente all’autore Karen Blixen, vicino alle colline di Ngong. All’inizio degli anni ’60, ha lavorato al Tsavo National Park, dove ha fotografato e documentato la scomparsa di elefanti e rinoceronti neri, e ha pubblicato numerosi libri sull’argomento. Durante questo periodo, ha iniziato a creare collage fotografici che esploravano l’interconnessione di esseri umani e animali. Oltre al suo lavoro, Beard ha stretto amicizia e collaborato con molti artisti, tra cui Andy Warhol, Andrew Wyeth, Richard Lindner, Terry Southern, Truman Capote e Francis Bacon. Oltre alle sue collaborazioni con artisti famosi, negli anni ’70 e ’80 ha fotografato illustri politici, top model, rock star e celebrità di New York City. Dopo la sua prima mostra d’arte nel 1975 alla Blum Helman Gallery, Beard ha continuato a mostrare le sue opere nelle gallerie di Parigi, Los Angeles, New York, Tokyo e città in tutta l’Africa.