logo-standard logo-retina
London
  • Seeking Martyrdom (From the Women of Allah Series)
  • My Beloved (From Women of Allah series) 

Shirin Neshat è nata a Qazvin nel 1957. È un’artista iraniana di video e installazioni che esplora le condizioni politiche e sociali della vita iraniana e musulmana nelle sue opere, concentrandosi in particolare sulle donne e sulle questioni femministe. Lasciò il paese per studiare arte negli Stati Uniti a 17 anni; si è laureata presso l’Università della California, Berkeley, nel 1982. Quando tornò nel suo paese d’origine nel 1990, lo trovò a malapena riconoscibile dall’Iran prima della rivoluzione del 1979, un’esperienza scioccante che incitò alle meditazioni sulla memoria, sulla perdita e sul contemporaneo la vita in Iran che è centrale nel suo lavoro. La sua serie Women of Allah, creata a metà degli anni ’90, ha introdotto i temi distintivi dei suoi pezzi attraverso i quali esamina le condizioni di identità maschili, femminili, pubbliche, private, religiose, politiche e secolari nelle culture iraniana e occidentale. I suoi video, installazioni e fotografie hanno riscosso un grande successo di critica al di fuori dell’Iran. Le sue opere sono state esposte alla Biennale di Venezia, Istanbul e Johannesburg, all’Art Institute of Chicago, al Whitney Museum of American Art di New York e alla Tate Gallery di Londra, tra le altre istituzioni. Neshat attualmente vive e lavora a New York.